Adorazione dei Magi

olio su tavola, cm. 125,5 x 96,3

L'affollatissima composizione denuncia le forme molto personali dell'adesione dell'artista alla cultura proto-raffaellesca: essa presuppone il celebre cartone realizzato a Bologna nel 1522 da Baldassarre Peruzzi per il cardinale Giambattista Bentivoglio, ora alla National Gallery di Londra, e la conoscenza dei modelli nordici diffusi in area emiliana dal ferrarese Mazzolino, mentre il paesaggio rinvia alle sperimentazioni del giovane Dosso Dossi tra Mantova, Ferrara e Modena. Appare molto probabile una datazione attorno al 1523-25.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.