Biagio Dradi Maraldi (1918–2006) è stato uno dei più importanti esponenti della vita culturale della città di Cesena.
Per molti anni ha retto la cattedra di lettere italiane e latine al liceo classico "Vincenzo Monti", e ne è stato preside.
Socio della Cassa di Risparmio dal 1968, è stato anche consigliere di amministrazione della banca dal 1978 fino al 1994, partecipando ai lavori che, nel 1992, hanno portato alla nascita dei due enti distinti Fondazione e Banca.
E' stato successivamente, sino alla fine, consulente di entrambi gli enti in materia di iniziative artistiche e culturali.
All'interno della suo bibliografia si menzionano Teatro d'Italia del 1991, un'intervista all'artista e amico cesenate Alberto Sughi; il saggio Carmi di Francesco Uberti per Ramiro De Lorqua, pubblicato nel 1993; Cesena: guida artistica illustrata; Cesena: il volto della città, allestito nel 1973 insieme ad Andrea Emiliani; Cesena e Forlì nelle foto di Paolo Monti del 1996.
Per la Cassa di Risparmio di Cesena ha curato la pubblicazione della Storia di Cesena (composta da 11 tomi), completata in oltre vent'anni di lavoro, che ha ottenuto l'apprezzamento degli studiosi e del pubblico.
Ha promosso iniziative e convegni sull'opera di Renato Serra.
E' stato il padre culturale dell'allestimento della Galleria dei Dipinti Antichi della Fondazione e della Cassa di Risparmio di Cesena, nata negli anni '80 e cresciuta nel tempo con acquisizioni che hanno seguito un coerente percorso storico e artistico.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.