PROGETTO DI RETE: IL CAFFE' ALZHEIMER DIFFUSO

 

Il Caffè Alzheimer Diffuso è un grande progetto con il quale Amici di Casa Insieme con il sostegno e la collaborazione di Fondazione Maratona Alzheimer, si è aggiudicato il Bando per i Pazienti di Fondazione Roche.

Il progetto riunisce una rete di 20 associazioni di tutta Italia che realizzerà, con il coordinamento di Amici di Casa Insieme, un modello unico di Caffè Alzheimer, con lo scopo di raggiungere 3 obiettivi principali:
1. aumentare il livello di appropriatezza nella relazione di cura, prevedendo una formazione congiunta tra volontari e professionisti e la presenza in ogni Caffè di un esperto che condurrà le attività.
2. l’utilizzo di piattaforme digitali per attività a distanza, e il supporto ai pazienti nel familiarizzare con l’utilizzo dei social e affinare un linguaggio accessibile, capace di raggiungere in modo efficace un numero sempre maggiore di persone. La maggiore comprensione dei
bisogni e delle fragilità delle persone con Alzheimer aiuta a superare lo stigma associato alla malattia che tanto pesa sui malati e sui loro caregivers. 

3. Valutare l’impatto sui pazienti e caregiver attraverso la somministrazione di test cognitivi per poi divulgare il risultato dell’esperienza 

Il progetto vanta partner di grande livello:   

Fondazione Maratona Alzheimer  è un Ente del Terzo Settore che nasce con la missione di affermare diritti e supportare i bisogni delle persone con una demenza diventando promotore di iniziative, eventi di sensibilizzazione e attività concrete per sostenere le associazioni e le organizzazioni Alzheimer. La sua vasta rete di contatti e il suo generoso sostegno economico hanno contribuito in modo determinante alla realizzazione di questo progetto. AIP (Associazione Italiana di Psicogeriatria) che, con il suo presidente il Prof. Marco Trabucchi, rappresenterà la direzione scientifica del progetto e con la cui collaborazione verrà prodotta una pubblicazione dedicata al progetto. 

L’Istituto di Neuroscienze del CNR sede di Padova che valuterà, attraverso il lavoro di una sua bio-statistica, l’impatto del progetto attraverso lo studio dei dati che risulteranno dalla somministrazione di test cognitivi sia sui pazienti che sui caregiver. Una psicologa del CNR parteciperà alla formazione sia degli psicologi che dei volontari durante le giornate di formazione al Centro Universitario di Bertinoro del 27 e 28 aprile. 

Altro partner del progetto è l’associazione Alzheimer Uniti Italia: Associazione di secondo livello (con 56 associazioni aderenti) che darà un indispensabile impulso alla disseminazione dei risultati e del modello. 

L’importanza vera del Progetto di rete Caffè Alzheimer Diffuso sarà il suo impatto. 

Vogliamo che le comunità locali vedano aumentare l’attenzione generale verso il tema “demenze” e verso le associazioni che si occupano dei pazienti e che supportano le famiglie e i caregiver. Questa comunità di persone che vive con una demenza troppo spesso soffre dell’isolamento e della disattenzione della cittadinanza. Il Caffè Alzheimer Diffuso vuole rompere questo isolamento e focalizzare l’attenzione sul tema. La visibilità che daremo al progetto aumenterà l’interesse e l’informazione sul tema e dimostrerà l’utilità che questo servizio offre. Si comprenderà inoltre che attraverso la rete aumenta la possibilità che le famiglie stesse vengano aiutate nell’impresa dell’assistenza di ogni giorno. Inoltre, questo interesse e questa maggiore "visibilità" faranno sì che le famiglie ancora alla ricerca di aiuto riescano più facilmente a trovarlo. Il tempo perché si acquisiscano i benefici di questo progetto non sono brevi, perché la sensibilità per la malattia di Alzheimer è generalmente bassa. Pensiamo però che un anno di intensa attività possa essere un passo decisivo per vedere aumentata la consapevolezza delle comunità e la qualità di vita dei malati. L’intenzione delle associazioni in rete è ovviamente quella di far proseguire il progetto negli anni a venire, in quanto crediamo fermamente nella sua validità e all’importanza di fare rete tra le associazioni per la realizzazione di progetti comuni su vasta scala.  

Roberta Osti - Associazione Amici di Casa Insieme

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.